Selva di Fasano BR

Un ridente paesino veramente tipico

A Selva di Fasano ci sono arrivato praticamente per caso, ossia su gentile invito di un TU (Giuseppe) che segue il canale, il destino è stato gentile, se segui tutti i video capirai il perché. Quando stavo quasi per arrivare ho avuto la fortuna di ascoltare il mio solito buonsenso in quanto vedevo che le stradine erano troppo impegnative, allorché ho chiamato Giuseppe perché mi accompagnasse. Non ho sbagliato, infatti sono note le problematiche che sta creando Google Maps in quella zona, praticamente ti fa fare una stradina assurda (per i camper intendo) ove alcuni tornanti non riusciresti proprio a farli, con furgoni normali o Pick-up bisogna fare manovra quindi immagina un po’ te. Ho soggiornato nel parcheggio dei campi da tennis, veramente molto tranquillo, soprattutto la notte, beh, quasi tutte le notti.. Dico questo perché una sera mi sono ritrovato nel ben mezzo di un raduno tuning improvvisato, ragazzi gentilissimi, ben organizzati, poco dopo la mezzanotte in cinque minuti hanno sbaraccato tutto e se ne sono andati via ma soprattutto.. Qui ne sono rimasto sbalordito… Non ho visto ne una cartina ne una bottiglia a terra, l’esatto opposto insomma di ciò che osservo qui al nord. Selva di Fasano è sicuramente il più bel ricordo che ho di questo viaggio al sud, vuoi l’inconfondibile ospitalità del sud presentata da Giuseppe, vuoi le passeggiate a mangiare frutti locali dagli alberi, vuoi i trulli, vuoi le stradine tipiche, vuoi i panorami.. Insomma vuoi che non mi sia piaciuto sto concentrato di Puglia?

Come sempre ti ho messo la mappa con le posizioni GPS dei parcheggi gratuiti, in alcune puntine ci sono anche i rubinetti dell’acqua, le zone di scarico delle acque nere e grigie e le colonnine della corrente. La cosa più simpatica ed utile di questo sito credo siano i video, segui la serie su YouTube (https://www.youtube.com/c/LePuntinedelMondo) e non dimenticarti di iscriverti in modo da avere sott’occhio tutte le novità dei posti scoperti!

.

.

.

.

.

  • Regione: Puglia

  • Provincia: Brindisi BR

  • Città: Selva di Fasano

  • Coordinate GPS: 40°49’43.3″N 17°19’09.4″E – 40.828702, 17.319264

.

I parcheggi gratuiti sono un po’ ovunque ma, se vuoi un posto tranquillo e facile da raggiungere per il tuo camper, puoi andare nel grande parcheggio di fronte ai campi da tennis, lo trovi puntinato sulla mappa a fondo pagina. Il posto è molto tranquillo per sostare e per dormire, può succedere che ti ritrovi avvolto ad un raduno tuning improvvisato ma i ragazzi qui sono molto più che civili, appena dopo la mezzanotte spariscono in 5 minuti senza lasciare il minimo danno e neanche una cartina o una bottiglia a terra.

Nelle immediate vicinanze non ci sono aree camper o comunque servizi per camper, però ti ho segnato nella mappa una fontanella posta a venti metri dal parcheggio principale, ossia quello di fronte ai campi da tennis. Il rubinetto non ha la possibilità di avvitarci una gomma però magari con molta pazienza puoi ricaricarti le taniche :)

Decisamente si, è adatto agli animali. Presta attenzione però a lasciare il tuo cane libero in quanto non è difficile trovare dei gattini in giro per le stradine.

E’ senza dubbio adatto ai bambini, soprattutto per il fatto che giù a valle c’è un grande Zoo Safari. Presta molta attenzione per arrivarci, evita le stradine e percorri sempre la strade principali se guidi un camper.

Tutto il paesino è percorribile tramite normalissimi marciapiedi e non ci sono scalinate da varcare, indi per cui è di facile accesso per tutti.

.

.

Informazioni dal Web

Selva di Fasano BR

Selva di Fasano (Sèlve de Fasciòne in fasanese) è una frazione del Comune di Fasano (BR), a circa 8 km dal Comune di appartenenza e a circa 68 km dal Capoluogo di Provincia. La quota naturale della Selva di Fasano è di circa 420 metri di altezza sul livello del mare, altitudine massima della provincia di Brindisi.

Dall’alto delle sue colline, ricoperte da flora naturale, costituita, nella parte boschiva, da querce, lecci, pini, castagni, cipressi, nonché da abeti, ulivi, alberi di fico, di carrubo, e di noce, salvaguardata da un clima temperato, e da un’aria particolarmente salubre, la Selva di Fasano si affaccia sul territorio dei trulli e delle grotte, offrendo numerose vedute panoramiche e quiete a chi voglia percorrerne a piedi i viali alberati.

Nella stagione invernale, come accade in tutta la zona e/o sub regione cosiddetta della Pre – Murgia pugliese, le precipitazioni possono assumere carattere nevoso, che imbiancano la superficie dei numerosi trulli e degli alberi di alto fusto.

Storia

Il nome Selva trae origine dalla natura del territorio che fino al XVI secolo si presentava con una fitta vegetazione e adibito al pascolo. Anticamente ci si riferiva alla Selva per indicare tutto l’altopiano delle Murge che si elevava dalla piana detta Marina; presto le crescenti dispute territoriali tra le città e il loro rapporto con il potere centrale resero necessario un accordo: nel 1566 il Viceré decise di dividere ufficialmente l’intero territorio tra i comuni di Castellana, Cisternino, Locorotondo, Martina Franca, Monopoli e Fasano, ma tra questi ultimi due continueranno le dispute che dureranno fino alla fine del XVIII secolo quando Giuseppe Bonaparte abolì i diritti feudali in tutto il Regno di Napoli.

La Selva di Fasano viene colonizzata da pastori e contadini e presto diventa luogo di villeggiatura, infatti durante i mesi estivi tutta la zona viene popolata dagli abitanti di Fasano che lasciano la città troppo calda. Trulli, casine ed eleganti ville sono le costruzioni presenti.

Luoghi ed eventi d’interesse

Di particolare rilievo architettonico è la Chiesetta Madonna del Carmelo e Trullo del Signore a forma di grande trullo su Viale Toledo e, sullo stesso Viale, la Casina Municipale, sede di mostre, eventi culturali e incontri per la consegna di premi letterari, soprattutto durante l’estate; tra queste vi è la mostra dell’artigianato fasanese, che si svolge, da poco meno di sessant’anni (tranne che un breve periodo di interruzione), durante il mese di agosto e della durata di poco meno di un mese.

Presso la Casina Municipale di Selva di Fasano, in passato frequentata da grandi nomi della musica leggera e dello spettacolo come Mina, Johnny Dorelli, Lucio Battisti (all’epoca, chitarrista del gruppo gli Svitati del pianista Leo di Sanfelice), Peppino Di Capri, Ornella Vanoni, Massimo Ranieri, Caterina Caselli, Nada, Peppino Gagliardi, Iva Zanicchi, Orietta Berti, Achille Togliani, Rosanna Fratello, Albano, Mia Martini, Drupi, Patti Pravo, Franco Califano, I Ricchi e Poveri, John Foster (Paolo Occhipinti), Antoine, Lara Saint Paul, Fred Bongusto, Teddy Reno, Gina Lollobrigida, le gemelle Kessler, Aba Cercato, Alighiero Noschese, Renzo Arbore, Santo & Johnny, I Cugini di Campagna, ecc.,) nel decennio 1965 – 1975, per tutta la durata delle stagioni estive, ha suonato, con la sua orchestra e il suo cantante Jimmy Roty, il sassofonista Fausto Papetti; durante l’estate, nella tradizione turistico-musicale, vengono organizzate numerose serate danzanti e di spettacolo aperte al pubblico.

Il 6 agosto, in Viale San Donato di Selva di Fasano, si svolge la tradizionale festa religiosa in onore del medesimo Santo, con luminarie e bancarelle, in occasione della quale la Santa Messa è celebrata in una chiesetta realizzata in una grotta carsica (Grotta di San Donato), posta nelle immediate vicinanze del Viale, dal quale si può apprezzare il panorama costituito da terreni costellati di alberi di ulivo, dalla città di Fasano vista dall’alto, e dallo sfondo del mare Adriatico.

La Selva ospita anche lo zoo Safari Fasanolandia, che offre la particolarità di osservare gli animali fuori dalle gabbie e dalla propria automobile.

In via Della Salita della Selva di Fasano esiste il Parco Botanico San Donato (Santo Patrono che viene festeggiato il 6 agosto presso la chiesa rupestre), posto a monte della omonima gravina, presso il quale si giunge seguendo le indicazioni del SIT – Sistema Informatico Territoriale; si tratta di un’area verde nella quale vi sono tutte le essenze tipiche della macchia mediterranea.

Oltre a diversi alberghi con piscine accessibili al pubblico, bed and breakfast, ristoranti e pizzerie, sorge la struttura denominata “Trullo dell’Immacolata” che offre la veduta panoramica della distesa di ulivi secolari sino al mare Adriatico, e che svolge attività di accoglienza per anziani, casa di riposo per anziane, e casa per ferie.

La frazione collinare è inoltre sede del Centro intelligence interforze delle Forze armate italiane.

Attiva tutto l’anno, con diverse iniziative e promozione turistica, l’Associazione Pro Selva.

.

.

Il video

Tutti i video li trovi sul canale

La cosa migliore è che tu ti iscriva al canale YouTube ove troverai tutti i video delle Puntine ed i “Dietro alle Quinte”. Iscriversi è molto semplice, basta cercare “le puntine del mondo” su YouTube oppure cliccare direttamente QUI, infine premere il pulsante “iscriviti”. In questo modo riceverai le notifiche dei nuovi video e potrai commentarli :)

.

.

.

.

.

ARRIVACI CON IL TUO NAVIGATORE!

E’ stato rifatto completamente tutto, ora ancora più semplice per tutti. Qui a destra vedi un pulsante nero “APRI IN GOOGLE MAPS”, bene, cliccalo e ti si aprirà il Google Maps. Ora all’interno della mappa troverai varie puntine (pins), cliccando sopra ad ognuna di esse leggerai una brevissima descrizione e l’indicazione del luogo, ora, se stai facendo tutto questo dal tuo smartphone puoi avviare la navigazione e raggiungere i punti precisi che ti ho segnato.

Come sempre ti ho messo la mappa con le posizioni GPS dei parcheggi gratuiti, in alcune puntine ci sono anche i rubinetti dell’acqua, le zone di scarico delle acque nere e grigie e le colonnine della corrente. La cosa più simpatica ed utile di questo sito credo siano i video, segui la serie su YouTube (https://www.youtube.com/c/LePuntinedelMondo) e non dimenticarti di iscriverti in modo da avere sott’occhio tutte le novità dei posti scoperti!

Google Maps posizioni GPS dei posti più belli in Camper

.

Apri in Google Maps

.

Commenti

commenti